Lunedì - Sabato 9:00 - 18:00

Detrazioni Fiscali Ristrutturazione


Detrazioni fiscali ristrutturazione edile

Chi sostiene i costi per la ristrutturazione edilizia può beneficiare della detrazione fiscale (detrazione d’imposta Irpef pari al 36%). Dal 1 ° gennaio 2016, la detrazione è tornata nella misura ordinaria del 36%. Per la prestazione di servizi in materia di recupero edilizio, di manutenzione ordinaria e straordinaria, fatta su immobili a prevalente destinazione abitativa privata, si applica l'aliquota IVA ridotta del 10%.

Condizioni per chiedere detrazioni fiscali per le ristrutturazioni

la detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo:

Il limite massimo di spesa su cui calcolare la detrazione è di solito 48.000 euro per unità immobiliare; Il tetto sale a 96.000 euro per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2015.
La detrazione deve essere suddiviso in 10 pari importo annuo.
L'obbligo di indicare sulla fattura il costo del lavoro è stato abolito dal decreto-legge n. 70 del 13 maggio 2011.

Le deduzioni fiscali anche il diritto di acquisto di immobili ristrutturati da imprese di costruzione o ristrutturazione o cooperative.

Chi ha diritto a detrazioni fiscali:

Il proprietario o il nudo proprietario
Il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
L'inquilino o il mutuatario
I membri di cooperative divise e indivise
i soci delle società semplici
Gli imprenditori individuali, solo per le proprietà che non sono fra quelli strumentali o merce.

La detrazione spetta anche al familiare (coniuge, parenti entro il terzo grado, affini entro il secondo grado) convivente del possessore o detentore dell’immobile, purché sostenga le spese e le fatture ed i bonifici risultino intestati a lui. L’agevolazione spetta anche se le abilitazioni comunali sono intestate al proprietario dell’immobile e non al familiare che beneficia della detrazione. La condizione di convivente o comodatario deve sussistere al momento dell’invio della comunicazione di inizio lavori. Per coloro che acquistano un immobile sul quale sono stati effettuati interventi che beneficiano della detrazione, le quote residue del “bonus” si trasferiscono automaticamente, a meno che non intervenga accordo diverso tra le parti. Ha diritto alla detrazione anche chi esegue i lavori in proprio, solamente per le spese di acquisto dei materiali utilizzati.

Come e quando

inviare, quando prevista, all’Azienda sanitaria locale competente per territorio, prima di iniziare i lavori, una comunicazione con raccomandata A.R., tranne nei casi in cui le norme sulle condizioni di sicurezza nei cantieri non prevedono l’obbligo della notifica preliminare alla Asl.
pagare le spese detraibili tramite bonifico bancario o postale, da cui devono risultare: la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.

Per usufruire della detrazione è sufficiente indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile e, se i lavori sono effettuati dal detentore, gli estremi di registrazione dell’atto che ne costituisce titolo e gli altri dati richiesti per il controllo della detrazione. L’obbligo dell’invio della comunicazione di inizio lavori è stato soppresso, come indicato dal decreto legge n° 70 del 13 maggio 2011.

Legge di stabilità 2016: Detrazione ristrutturazione casa

Le novità sulle detrazioni per la ristrutturazione della casa 2016 introdotte con la legge di stabilità:

Per il 2016 si potrà usufruire di agevolazioni fiscali al 65%, per i lavori volti a garantire maggiore efficienza energetica, e al 50%, per i lavori di ristrutturazione edilizia.

Per le detrazioni al 65% valgono le spese per la sostituzione di porte e finestre, per l'installazione di nuovi climatizzatori, pannelli solari per la produzione di acqua calda, per realizzare coperture, pavimenti e altri interventi che aumentino il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti, ma anche per la realizzazione di lavori di adeguamento antisismico della prima casa e delle attività produttive che ricadono nelle zone sismiche più pericolose, nonché per la rimozione dell’amianto e le schermature solari.

RISTRUTTURAZIONE COMPLETA CON FORMULA CHIAVI IN MANO A PARTIRE DA 250€ AL MQ

CONTATTACI

Impresa Edile Iorio Crescenzo | Via Porta Napoli, 38 - Casal di Principe (Caserta) - P.Iva 03686660618 - Sito web realizzato da BrandLive

Scroll to Top